IL PERCORSO DELLE ITALIANE IN EUROPA...TRA GIOIE E SCONFITTE

in Olio di Balena4 months ago (edited)

Ciao a tutti, amici di Hive. Sono voluto tornare a pubblicare un post sul mio profilo che, spesso, negli ultimi mesi è rimasto un pò vuoto e silenzioso. Fortunatamente, però, gli eventi sportivi e, soprattutto, calcistici delle ultime settimane e degli ultimi giorni mi sono venuti incontro spingendomi a scrivere qualcosa sul cammino delle squadre italiane che, in questa stagione sportiva, sono state impegnate nelle competizioni europee e lo sono ancora.

classifica serie a.png
Screenshot from: link

La classifica dello scorso anno prevedeva l'accesso ai gironi di Champions League per le prime quattro squadre (in ordine, nella stagione 2019/20, sono state Juventus, Inter, Atalanta e Lazio), la qualificazione diretta ai gironi di Europa League per la quinta classificata (la Roma) e l'accesso ai preliminari di Europa League per la sesta squadra (il Milan, vittorioso contro gli irlandesi dello Shamrock Rovers, il team norvegese del Bodo Glimt e la portoghese Rio Ave.
Il Napoli, infine, secondo quanto previsto dal regolamento si è qualificato alla fase a gironi dell'edizione 2020/21 dell'Europa League dopo aver sconfitto la Juventus in finale di Coppa Italia nella passata annata calcistica.

Purtroppo, per la maggior parte delle nostre squadre, la stagione internazionale si è rivelata fallimentare: nessuna, tra le italiane che hanno partecipato alla Champions League, è riuscita a rimanere nella competizione e qualificarsi ai turni più importanti della Coppa.

Attualmente, una sola squadra continua ad alimentare le speranze di chi sogna, da molto tempo, di assistere al trionfo di un team italiano anche negli stadi di fama internazionale: la Roma.

Tuttavia, prima di analizzare il sorprendente percorso della squadra capitolina in Europa League, vorrei dare uno sguardo ai risultati di tutte le altre squadre italiane nelle coppe europee per l'annata 2020/21.

A partire dal Milan che, dopo aver superato la fase a gironi dell'Europa League 2020/21, ha dovuto arrendersi agli inglesi del Manchester United in occasione degli ottavi di finale. La squadra, però, ha lasciato la competizione con orgoglio e, soprattutto, dopo aver combattuto con decisione e senza alcun timore per superare il turno ed accedere a quello successivo.
La partita di andata, infatti, si è conclusa con il risultato di 1-1 con le reti di Diallo Traoré (per lo United), al 50' minuto, e il pareggio di Kjaer (siglato nel secondo dei minuti di recupero) che, così, realizzava un bel gol di testa sfruttando l'assist del centrocampista bosniaco Krunic su calcio d'angolo: un gol che consentiva ai diavoli rossoneri di lasciare il celebre "Old Trafford" con un sorriso di soddisfazione per la partita appena disputata e di speranza per il match di ritorno.

La partita di ritorno, purtroppo, si è chiusa con il risultato di 0-1 in favore della formazione di Manchester: un risultato che, però, è apparso anche "bugiardo" per l'agonismo ed il coraggio mostrati dalla formazione allenata da Pioli che non è quasi mai sembrata inferiore agli inglesi, malgrado le aspettative. Il gol decisivo per la squadra inglese del tecnico Solskjaer è stato segnato dal nazionale francese Pogba al terzo minuto della ripresa.

La squadra milanese, perciò, ha comunque regalato ai propri tifosi l'emozione di affrontare una squadra blasonata come lo United e di aver combattuto fino all'ultimo minuto della partita di ritorno per prevalere sugli avversari.

La seconda squadra italiana che, quest'anno, ha preso parte all'Europa League è stata il Napoli, allenato dal campione del mondo Rino Gattuso. I partenopei, che dopo un momento iniziale un pò complicato in campionato hanno mostrato evidenti segnali di ripresa nel girone di ritorno, hanno dovuto forzatamente abbandonare la competizione europea ai sedicesimi di finale, sconfitti dagli spagnoli del Granada.
Anche il Napoli, comunque, ha provato ad onorare per tutti i 180 minuti delle due gare di andata e ritorno la coppa.

Purtroppo, per la squadra di Gattuso, è risultato fatale proprio il punteggio del match di andata vinto 2-0 dal Granada, sebbene gli azzuri abbiano avuto molte occasioni che potevano diventare decisive. I gol degli spagnoli sono stati realizzati dal centrocampista Herrera al diciannovesimo minuto e dall'attaccante Kenedy, due minuti più tardi.

Il Napoli è arrivato alla partita di ritorno convinto delle proprie risorse e deciso a regalare ai propri tifosi una fantastica rimonta ma, soprattutto, la qualificazione agli ottavi di finale. La squadra campana, infatti, ha disputato un match che ha davvero alimentato le speranze del passaggio del turno.

Il primo gol degli azzurri, infatti, è stato segnato al terzo minuto dal polacco Zielinski (reduce da un'ottima stagione anche in Serie A). Al venticinquesimo minuto, però, arrivava il pareggio degli spagnoli con un forte colpo di testa del centrocampista Montoro Sanchez. La squadra di Gattuso, però, ha continuato a combattere come dimostrato anche dal gol di Fabian Ruiz al cinquantanovesimo minuto. La partita, comunque, si è conclusa sul punteggio di 2-1: con le due reti segnate nella partita di andata, il Granada è riuscito così a superare il turno.

Champions league.png
Foto libera da copyright - Fonte: Pixabay

Per le squadre del campionato italiano che hanno partecipato alla Champions League quest'anno, purtroppo, gli esiti sono stati ugualmente poco favorevoli.

La Juventus, ancora una volta, ha dovuto abbandonare la competizione agli ottavi di finale dopo due partite rocambolesche giocate contro la squadra portoghese del Porto.
I bianconeri allenati dall'ex calciatore e campione del mondo Andrea Pirlo hanno perso per 2-1 il match d'andata, giocato ad Oporto e si sono imposti per 3-2 nella partita di ritorno, risultando però eliminati a causa del maggior numero di gol segnati fuori casa dagli ospiti (come da regolamento Uefa).

La stessa sorte è toccata ai nerazzurri dell'Inter che, proprio in occasione dell'ultima giornata di Serie A, si sono laureati campioni d'Italia.
La squadra, purtroppo, ha dovuto lasciare la Champions al termine della fase a gironi: quello dei nerazzurri era un vero e proprio "girone di ferro" composto da squadre come il Real Madrid, il Borussia Moenchengladbach e lo Shaktar Donetsk, tutte di fama internazionale e non solo.
La squadra allenata da Antonio Conte, quindi, si è dovuta arrendere alla qualità degli avversari offrendo comunque prestazioni molto buone e mostrando coraggio e volontà di imporre il proprio gioco.

Anche gli orobici dell'Atalanta e le "aquile" della Lazio sono uscite dalla competizione nell'annata corrente.
I bergamaschi di Gasperini si sono arresi agli spagnoli del Rea Madrid pagando, purtroppo, alcuni episodi dubbi a loro sfavore ed una migliore forma dell'avversario agli ottavi di finale.

Allo stesso modo, anche i biancocelesti laziali di mister Simone Inzaghi hanno salutato le coppe europee agli ottavi di finale, sconfitti nettamente dai tedeschi del Bayern Monaco durante i match di andata e di ritorno. Malgrado il loro organico solido ed una rosa di qualità, i biancocelesti non hanno potuto contrastare nel modo giusto il gioco esplosivo e "cattivo" del Bayern.

La squadra italiana su cui vorrei soffermarmi di più, però è quella della Roma allenata, nell'attuale stagione, dal portoghese Paulo Fonseca.
I giallorossi della capitale, infatti, sono riusciti a compiere una lunga avanzata nell'Europa League 2020/21.

Dopo aver superato la fase a gironi, in cui la squadra si è opposta alla squadra svizzera Young Boys, ai bulgari del CSKA Sofia e ai rumeni del CFR Cluj, i "lupi" hanno raggiunto le semifinali del torneo.
Proprio le due partite di andata e ritorno, i giallorossi sono stati chiamati ad affrontare i temibili inglesi del Manchester United, attualmente secondi classificati nel campionato di Premier League e allenati dal norvegese Solskjaer.

La partita di andata, purtroppo, si è conclusa con il risultato di 6-2 in favore dello United che si è imposto sugli avversari nel glorioso stadio "Old Trafford" con le doppiette di Bruno Fernandes e Cavani e i gol di Pogba e del giovane Greenwood.

Old Trafford.jpg
Foto libera da copyright - Fonte: Pixabay

Nonostante il passivo così pesante, la squadra ha a disposizione i novanta minuti del match di ritorno per ribaltare il risultato e conquistare così una storica finale. Se i giallorossi non dovessero riuscirci, comunque, resterebbe il merito della squadra di aver fatto sognare molti tifosi non solo romanisti ed aver lottato e vinto contro squadre anche più forti e con maggiore esperienza a livello europeo (come gli olandesi dell'Ajax, superati con ottime prestazioni ai quarti di finale).

Sort:  

Hai ragione @linthespace27 quest'anno è stato un anno deludente per le squadre italiane in Europa e adesso rimane solo la Roma la cui missione è ardua ma provarci non costa nulla e ribaltare il risultato dell'andata sarebbe un'impresa bellissima.
Ottima disamina sportiva dell'avventura in europa delle squadre italiane.
!BEER

Grazie @libertycrypto27. In effetti è stato un altro anno deludente ma speriamo che sia un nuovo inizio per tornare grandi anche al di fuori degli stadi italiani!

Congratulations @linthespace27! You have completed the following achievement on the Hive blockchain and have been rewarded with new badge(s) :

You made more than 50 comments.
Your next target is to reach 100 comments.

You can view your badges on your board and compare yourself to others in the Ranking
If you no longer want to receive notifications, reply to this comment with the word STOP

Check out the last post from @hivebuzz:

False-Positive phishing alert reported by antivirus software
Feedback from the May 1st Hive Power Up Day
Support the HiveBuzz project. Vote for our proposal!

Hey @linthespace27, here is a little bit of BEER from @libertycrypto27 for you. Enjoy it!

Learn how to earn FREE BEER each day by staking your BEER.

Sorry, you don't have enough staked BEER in your account. You need 24 BEER in your virtual fridge to give some of your BEER to others. To view or trade BEER go to hive-engine.com